The Tidal Garden è un'infrastruttura agricola comunitaria con sede a Venezia che fornisce alofite a livello locale. Guidato da un team di chef, curatori, agricoltori e scienziati, il progetto sostiene l'emergere di nuove abitudini alimentari in tempi di innalzamento del livello del mare.



Maree più frequenti e imprevedibili, cuneo salino, mari più alti, e precipitazioni irregolari stanno alterando il paesaggio agricolo della Laguna veneta. Con l'aumento della salinità dei terreni la sopravvivenza di colture fino ad oggi comuni diventa sempre più incerta.

Ma ciò che per alcune piante è una condizione problematica, per altre rappresenta un'opportunità. Letteralmente "piante di sale", le alofite occupano in misura sempre maggiore il suolo salato dei terreni agricoli costieri. Queste specie endemiche della Laguna in passato hanno contribuito alla prosperità di Venezia e di altre città lagunari prima di essere cancellate dalla cultura locale.

Ora che non abitano più solamente le barene ma porzioni sempre maggiori di terreni un tempo coltivati, le alofite costringono a un diverso paradigma di gestione del paesaggio. Piante pioniere ad alto potenziale, ci offrono gli strumenti per rinegoziare la produzione e consumo di cibo in sintonia con la Laguna e le sue trasformazioni.

The Tidal Garden si basa su infrastrutture e conoscenze agricole preesistenti per progettare una filiera locale di alofite. Il suo scopo è quello di collegare gli agricoltori al consumatore: dalla creazione di famiglie di semi e varietà di alofite locali, all'assistenza agli agricoltori nella produzione di queste nuove colture e alla vendita dei prodotti finali ai ristoranti locali.

Per questo motivo, The Tidal Garden è anche un centro di ricerca e divulgazione culinaria. Gli chef sperimentano con le alofite per creare ricette e prodotti di uso quotidiano che parlano della convivenza dell'uomo con un ambiente mutevole. Attraverso un programma di eventi che ravviva l'interesse locale per le piante amanti del sale, The Tidal Garden stabilisce una nuova narrazione sulle alofite come abitanti iconici e importanti della Laguna di Venezia.